A Casa Me’Mà, non si sbaglia mai!


novembre 14

Abbiamo deciso di realizzare Casa Me’Mà – spiega Federico Elmi, uno dei titolari – perché vogliamo che gli ospiti si sentano come a casa propria…anzi della propria mamma”.  L’attenzione a una cucina casalinga è evidente già dal nome – visto che “Me’Mà” non è altro che la contrazione di “mia mamma” in dialetto locale. Un “luogo del cuore” gastronomico dove sentirsi a casa, in cui convergono un design d’ispirazione newyorkese e la rassicurante tradizione della cucina della mamma ispirata dai più famigliari piatti e ricette toscane. Un luogo che è diventato destination già dai primi giorni di apertura e che ha fatto della completezza dell’offerta la sua forza d’attrazione.

Il concept è stato organizzato valorizzando e diversificando le sale e gli spazi in relazione all’offerta. Ricavato all’interno di un vecchio casale del ‘400 ristrutturato, “Casa Me’Mà” conserva gli spazi tipici delle cucine di casa, con un ampio laboratorio dove è possibile assistere ogni giorno alla realizzazione dei piatti. Allo stesso tempo, però, ogni ambiente del locale è strutturato in modo da consentire una fruizione a sé: oltre all’area del ristorante tout court, infatti, c’è lo spazio per la pizza a pala e quello per la griglia con il forno Josper.

Valore aggiunto della “Casa Me’Mà” è proprio la versatilità, che gli consente di offrire un servizio dalle 7 del mattino alla mezzanotte proponendo diverse soluzione gastronomiche dalle colazioni al dopocena, incluso attenzioni particolare per il mondo gluten free, per i vegetariani, per i più piccoli e per la mixology, supportata da un importante bancone con un bartender specializzato i cocktail di qualità.

Pubblicato su Retail&Food di novembre

LO SVILUPPO POTENZIALE

L’idea è ideale per posizioni lungo strada e nei luoghi in cui è possibile favorire il parcheggio. L’ambiente si presenta adeguato ad un’accoglienza a 360° per esaudire tutte le fasce di pubblico e esigenze di prezzo.

Estremamente ricercati la qualità dei prodotti proposti che soddisfano ogni ricerca e desiderio, particolarmente curata la parte dedicata ai bambini ed alle loro necessità.

Tutti gli spazi di preparazione sono a vista per un rapporto diretto con il personale, la trasformazione delle materie prime e delle ricette, un educational continuo sulle migliori ricette della tradizione.

Interessante vista la superficie anche la proposta di vendita tipo mercatino di prodotti da mangiare di aziende selezionate quali pasta, riso, sottili, conserve, ed in particolare i corsi live sulla pasta fresca.

Il concept prevede anche:

– contest di ricette con le massaie del posto chiamato Cocco di Mamma al punto che le protagoniste saranno proprio le donne del paese, che vengono chiamate a condividere e presentare al pubblico le proprie ricette.

– Delivery non solo di pizza ma anche di carne al Josper e altre pietanze.

– Programma sul web – Me’Mà on the road – dove Me’Mà andrà a cucinare a casa delle persone i loro migliori piatti di famiglia.

Il potenziale di sviluppo si riferisce e deve essere supportato dai seguenti aspetti:

  • Ricerca di grandi e significative superfici
  • Individuazione di posizione di riferimento con vocazione di destination
  • Presenza di park nelle vicinanze
  • Budget significativo per lo start up
  • Formazione dedicata per il personale

Prevediamo per questa proposta un futuro di grande interesse diretto da parte di investitori internazionali amanti della toscana e della toscanità, soprattutto per la parte di engagement che il concept prevede e propone. L’area di attenzione è rappresentata dalla complessità organizzativa delle molte proposte che necessitano di un’organizzazione perfetta e di personale motivato e preparato.

Segnala la tua Neonata a: omar@desita.it                   Leggi altre Neonate

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*