Bauli: la bontà fa rima con verità.

.

Dolci porzioni di cuore di pandoro preparate espresse e live, servite con crema di zabaglione, pasticcera, marmellata, nocciola e pistacchio. Un sapore delicato e raffinato questa la bontà della nuova proposta Bauli per il mondo del retail.

La tradizione Bauli si trasforma e lancia una nuova proposta nel nuovo spazio-laboratorio nel prestigioso Centro Commerciale Adigeo a Verona.

Operazione complessa e molto articolata quella proposta da Bauli attraverso S.I.T.A. Spa, azienda del gruppo, che ha voluto entrare nel retail con la più difficile delle sfide: da una parte “il racconto di sé” attraverso una tangibile e verificabile dichiarazione della verità e dall’altra del valore del “fare concreto”, patrimonio genetico di molti imprenditori che preferiscono dibattere di ricette, materie prime e segreti che di pay back o di marginalità!

Verità è arte del fare questi sono i due aspetti che potrebbero lanciare, se ripresi, un vero trend nel settore. Impossibile da approfondire ulteriormente in questo contesto così come impossibile non citarli vista la profondità e la forza con cui vengono dichiarati.

“Ogni visita nei ns laboratori produttivi si valorizza in due momenti magici, quando esce il pandoro dal forno e lo facciamo assaggiare ancora caldo e quando presentiamo la forza e la storia quotidiana del ns lievito generativo, sempre identico da oltre 80 anni” questo quello che racconta Enrico Bauli. “Abbiamo voluto ricreare questa esperienza direttamente nei ns punti vendita per rendere partecipi e garanti tutti i nostri clienti dell’autenticità delle nostre produzione e della naturalità e severità delle regole di casa Bauli”.

Minuto Bauli rappresenta l’impegno di Bauli, all’onestà nei confronti del proprio cliente e consumatore elettivo, la trasparenza massima – rappresentata dal laboratorio a vista – nel condurre e permettere al consumatore stesso di essere quotidianamente garante del processo che produce un prodotto che mantiene la promessa di autenticità, bontà e sicurezza.

L’offerta è rappresentata da un impasto che è il cuore del pandoro un morbido, profumato e leggero miracolo di pasticceria e food design che si degusta con bocconi golosi sempre equilibrati tra pasta e crema.  L’idea è stata quella di creare un’esperienza che potesse favorire il privilegio di gustare la pasta del pandoro appena lievitata e cotta in ogni momento della giornata a prescindere dalla stagione e dalla ricorrenza.

Pubblicato su Retail&Food di dicembre

LO SVILUPPO POTENZIALE

Affrontati e risolti tutti i problemi logistici e di filiera per poter garantire il rispetto dei tempi di maturazione della lievitazione, attraverso un importante investimento logistico e produttivo il concept si sta preparando ad essere uno dei format più interessanti ed internazionali nel segmento del travel retail e dei centri commerciali e shopping center e centri storici ad alta densità dì frequentazione e di target alto spendente.

Il concept ha tutte le carte in regola per diventare attraverso la gestione diretta un format prestigioso perché porta con sé tutte le caratteristiche del prodotto per certi versi luxury: evoca esclusività e specificità, possiede una ben nota brand identity, gode di una elevata notorietà, genera una elevata qualità percepita, registra elevati livelli di customer loyalty, propone un ottimo servizio di assistenza al cliente, pre e post vendita.

Le caratteristiche predominanti dei prodotti di lusso Made in Italy in genere si differenziano dagli altri per essere il risultato di una perfetta sintesi tra funzionalità ed espressione della creatività, l’utilizzo di materie prime di estrema qualità, il controllo sull’intera filiera produttiva, l’estrema ricerca del bello e del buono, la produzione su piccola scala che si avvicina quasi al “fatto su misura”. Chi compra un prodotto di lusso, soprattutto nel food e nel beverage non vuole solo “acquistare”, ma vuole allo stesso tempo “vivere un’emozione”; accompagnati da operatori sales manager o responsabili che assumono il ruolo di veri e propri consulenti dell’esperienza.

La gestione dello sviluppo del concept dovrà presidiare e valorizzare al massimo questi temi per crescere ulteriormente nella specificità della proposta al fine di non abbassare il valore percepito a discapito del blasone del brand, perché ogni volta che l’industria alimentare decide di frequentare il business del retail oltre agli aspetti del prodotto deve mettere in conto l’impatto che il progetto ha sul marchio.

Segnala la tua Neonata a: marketing@desita.it                  Leggi altre Neonate

  • DESITA.IT
  • Home, Neonata
  • Nessun commento

Correlati

Nessuno trovato

Lascia un commento

*

IT EN
Simple Follow Buttons

You have successfully subscribed to the newsletter

There was an error while trying to send your request. Please try again.