Officine Italia, artigianalità su misura di centro commerciale


giugno 20

Non tutti i mali vengono per nuocere, quando le difficoltà stimolano ingegno e creatività nascono alcune idee che possono diventare testimoni e precursori di un nuovo corso e di nuove strade.

È il caso di Officine Italia il nuovo concept proposto al centro Commerciale Auchan Porte di Mestre (Venezia), che con questa idea si propone da un lato di unire ristorazione di qualità, botteghe di produzione artigianale e vendita di selezioni enogastronomiche, di sovvertire così la resistenza nel proporre all’interno di un centro commerciale un cibo ed un alimentazione di qualità e dall’altro di occupare e razionalizzare spazi liberi.

In un’area un po’ nascosta al primo piano Officine Italia testa il senso ed il significato di questa nuova proposta.

L’ispirazione è di chiara matrice Farinettiana sia nell’idea che nel lay out e nella scelta di inserire “Italia” nel nome a valorizzare la provenienza del concept e del patrimonio culinario; un po’ troppo romantico e sicuramente inusuale, il termine Officina è un prestito semantico attinto dal mondo “artigianale”, che vuole comunicare a partire dal naming e poi attraverso il payoff, la ricerca e la valorizzazione della manualità in cucina: “Officine – perché facciamo tutto con le mani”.

Grande studio e importanza viene riservata alla comunicazione del punto vendita a tutti i livelli; completo e molto ricco ed articolato il menù.

Curata e dettagliata la presentazione di ogni prodotto con un dettaglio rigoroso sulla filiera e sulle provenienze ad evidenziare tipicità e diversità che solo il nostro Paese è capace di coltivare e cucinare.

Presente l’attenzione a tutti gli aspetti dell’alimentazione odierna in particolare per i temi bio ed intolleranze ed allergie.

Significativa anche se e a volte eccessiva la scelta di voler sottolineare ed inserire sempre un contenuto etico e valoriale in qualunque comunicazione sia promozionale che informativa.

SVILUPPO POTENZIALE

Il potenziale di sviluppo potrà essere realizzato se alla fine di questo che riteniamo essere per la sua complessità un primo test pilota verranno affrontati e superati i seguenti aspetti:

– Passare dal perfetto allestimento di uno spazio espositivo alla definizione di un concept vero che si preoccupi in primis di accogliere un cliente elettivo identificato e di condurlo e valorizzarlo nel momento che sceglie per il suo pranzo o cena una ristorazione italiana e di qualità, con conseguente ticket.

– Affinare e costruire una vera e distintiva – anche se micro e/o di segmento – esperienza memorabile da far vivere e che consenta e provochi la fidelizzazione ed il ritorno.

– Dedicare visto le ampie superfici commerciali uno spazio dedicato ai bambinie non solo nell’offerta menù.

– Strutturare e verificare una formazione del personale coerente con l’importante impianto valoriale e di contenuti che si presentano come dote e garanzia al cliente.

– Riuscire a testimoniare e non deludere le aspettative che a “Officine facciamo tutto con le mani”.

Segnala la tua Neonata a: omar@desita.it                   Leggi altre Neonate

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*