Nadjet Allem, volontà e determinazione come leve per il successo.


febbraio 21

Chi è Nadjet Allem, qual è stato il suo percorso e di cosa ti occupi esattamente?

Sono una giovane donna algerina, all’apice del suo lavoro, sempre disponibile ad aiutare coloro che intendono intraprendere nuove esperienze ed affrontare nuove sfide. Laureata in contabilità presso l’Università di Algeri nel 2000, ho cominciato la mia carriera professionale come contabile presso Equip’ Hotels dal 2001. Ho successivamente ricoperto il ruolo di direttrice commerciale fino all’anno 2016, quando sono stata promossa a responsabile commerciale. Da allora, sono incaricata della gestione della società e delle risorse umane ad essa collegate. Sono anche responsabile del budget annuale e di garantire il continuo sviluppo del business.

Quali sono le principali competenze/abilità – relazionali e tecniche – che un professionista dovrebbe acquisire per ricoprire il tuo ruolo?

Per garantire la gestione di una azienda, è necessario avere qualità manageriali che consistono nell’esser in grado di definire la politica generale di tutta la società e la sua strategia commerciale, trovare i mezzi e le risorse necessarie per il raggiungimento e completamento degli obiettivi designati. Per questo motivo è necessaria una conoscenza accurata dell’ambiente in cui si opera, ed è necessario avere capacità per motivare e mantenere uniti tutti i membri del team di lavoro. Inoltre, è importante guadagnare la totale fiducia del cliente e cercare di procurargli un’esperienza di servizio soddisfacente.

Il fatto di essere una donna ha inciso sul suo percorso di carriera? Se si, in che modo?

In nessun momento ho risentito del fatto che essere una donna potesse influire sullo sviluppo della mia carriera.

Cosa significa essere una donna in un settore prevalentemente maschile?

Significa che con la volontà e la determinazione è possibile conquistare il mondo, ricoprire tutte le funzioni ed esercitare tutte le professioni che desidera nello stesso modo in cui potrebbe farlo un uomo.

Cosa potrebbe imparare un imprenditore italiano dalla cultura africana?

Può imparare a non scoraggiarsi di fronte alle difficoltà in un ambiente certamente non facile nella quotidianità e continuare a realizzare i propri sogni mantenendo l’entusiasmo. Personalmente, fra tutti i miei fornitori italiani regna una fiducia totale: siamo partners che si aiutano e collaborano per trovare le soluzioni necessarie al business di tutti.

Cos’è il successo per te?

Il successo è riuscire a raggiungere una vita armoniosa fra sfera privata e professionale.

Qual è l’aspetto più interessante della vostra attività?

Il contatto con i clienti. Ricercando costantemente la piena soddisfazione per entrambi.

Cosa suggerirebbe ad una professionista che vuole intraprendere un percorso simile al suo?

Il consiglio che posso dare è quello di amare la propria attività, di armarsi di coraggio e di non arrendersi mai al primo ostacolo incontrato.

Quali sono i suoi prossimi obiettivi?

Il mio obiettivo è di portare maggiore professionalità al settore in Algeria, dotandolo delle migliori attrezzature professionali.

Leggi altre woman in foodservice

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*